venerdì 11 maggio 2018

Gufetta FermaPorta

Sopra una quercia c’era un vecchio gufo: più sapeva e più taceva, più taceva e più sapeva.
(Padre Enzo Bianchi)







Un’immagine fiera dunque, quella del gufo, che solo l’ingenuità delle tradizioni popolari ha trasformato in simbolo del malaugurio per il suo stile di vita solitario, notturno e quei vocalizzi che solcano il buio. Ci sono però anche credenze contrastanti. Il gufo era simbolo di saggezza per gli antichi ateniesi, associato alla dea Athena. Il ciondolo a forma di gufo in molti paesi si ritiene porti bene e tenga lontano i malanni. Insomma ci vorrebbe attenzione a definire «gufo» un avversario
(Danilo Mainardi)

4 commenti:

೫ My lucky ೫ ha detto...

E' stupendo! Troppo grazioso, bravissima.
Io adoro i gufi, e a dire il vero, non sono mai riuscita a vederne da vicino.
Certo il fatto che vivono di notte, ha contribuito a farne animali misteriosi ed affascinanti. Mi piace quest'aspetto.
Un bacio!

Raffaella Rivalta ha detto...

Grazie anche io adoro i gufi, trovo che hanno gli occhi magnetici e molto misteriosi ♥️ciao

lory ha detto...

Molto bello e accurato in ogni dettaglio!!! Bravissima come sempre.Un abbraccio Lory

Raffaella Rivalta ha detto...

Grazie Lory questa gufetta era per una persona a me molto cara, ho fatto del mio meglio. Ciao